A parole, la Corea del Nord è tornata bellicosa, minacciando di annullare l’incontro tra Kim Jong-un e Donald Trump

PECHINO – A parole, la Corea del Nord è tornata bellicosa, minacciando di annullare l’incontro tra Kim Jong-un e Donald Trump. Sul campo però i lavori per assolvere il primo impegno preso (in autonomia) nei confronti della comunità internazionale, distruggere il sito per i test nucleari di Punggye-ri, continuano. Lo rivela l’analisi condotta sulle fotografie satellitari da parte di 38 North, una delle fonti più accreditate di intelligence sugli affari di Pyongyang.

Secondo i suoi esperti, le immagini più recenti scattate il 15 maggio confermano l’inusuale attività nel sito. Compresa la costruzione di una struttura che, vista la visuale libera verso le entrate dei tunnel di test, potrebbe essere “una piattaforma di osservazione per permettere ai giornalisti di osservare in sicurezza la chiusura dei portali Ovest e Nord”. Delle tribune insomma, da cui assistere allo spettacolo che Kim ha allestito per convincere il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *