Svezia senza maggioranza. L’estrema destra avanza ma non sfonda. Democratica 10.09.2018

In Svezia i partiti tradizionali e moderati si confermano alle elezioni per il rinnovo della Riksdag, il Parlamento, ma perdono voti mentre avanzano gli Svedesi Democratici, di estrema destra.

Lo storico partito dei socialdemocratici, che ha sempre vinto le elezioni dal 1947 a oggi, resta primo partito ma è ai minimi storici con il 28,3%. Il blocco di sinistra ha ottenuto il 40,6% dei voti contro il 40,3% della coalizione di opposizione di centrodestra, noto come Alleanza. I Moderati si attestano al 19,7%, come seconda forza. Ma è il partito anti-immigrati a fare il vero balzo: Svedesi Democratici ha raggiunto il 17,7%, mentre alle precedenti elezioni, nel 2014, era al 12,9%.
C’è incertezza ora sulla formazione dell’esecutivo, il successo del partito anti Ue rende difficile a chiunque governare. “Una cosa è certa, nessuno ha una maggioranza, quindi è naturale iniziare una collaborazione tra i partiti”, ha detto il leader dei socialdemocratici, che vuole guidare il paese fino alla formazione di un nuovo governo.

Svezia senza maggioranza. L’estrema destra avanza ma non sfonda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *