La mossa di Martina, primarie a gennaio e stop alle polemiche. Democratica 17.09.2018

Nessun rinvio delle primarie, che si faranno entro il mese di gennaio del 2019. A chiarirlo, con una parola che si presuppone definitiva, è il segretario del Pd Maurizio Martina: “Il congresso è di fatto già cominciato”, dice alla Festa de l’Unità di Genova. La fase legata ai circoli e ai militanti si chiuderà entro dicembre, per poi dare il tempo di celebrare le primarie entro la fine del mese successivo. Una decisione in linea con quanto chiesto, tra gli altri, dall’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: “Abbiamo bisogno di una grande discussione democratica e di un congresso del partito democratico il prima possibile. Sbrighiamoci perché il paese ce lo chiede”.

Non è della stessa idea il presidente dem Matteo Orfini, che ieri aveva ipotizzato lo scioglimento del Pd così come lo abbiamo inteso finora e la rifondazione del partito, aperta a quel pezzo di società che si oppone all’alleanza populista tra Lega e Cinque Stelle. E infatti, lo stesso Orfini, commenta così la decisione di Martina: “Pensate davvero che possiamo ripresentarci con il Pd come funziona oggi? Pensate davvero che cosi’ la risolviamo? Beati voi…”

La mossa di Martina, primarie a gennaio e stop alle polemiche

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *