La Fim Cisl bacchetta Di Maio: “Basta prenderti meriti che non hai”. www.varesenews.it 27.10.2018

All’indomani dell’intesa tra le parti sociali e i vertici della Whirlpool, la segretaria nazionale della Fim Cisl, Alessandra Damiani, si è tolta più di un sassolino dalla scarpa nei confronti del ministro dei 5Stelle Luigi Di Maio. «L’accordo raggiunto su Whirlpool – ha commentato Alessandra Damiani – è in continuità con il precedente. Caro di Maio: basta prendersi meriti che non hai».
Secondo i metalmeccanici della Cisl, in occasione dell’accordo con Whirlpool, si è ripetuto un copione già visto per Ilva e Bekaert. «Il ministro Di Maio – prosegue la segretaria della Fim Cisl – è corso al ministero per appendersi la medaglia e fare le foto di rito prendendosi meriti di battaglie che non combatte, se non da spettatore, tra l’altro al fotofinish. L’accordo sottoscritto è in continuità con quello siglato con il governo Renzi, con l’allora ministro Guidi».
L’allora ministro Federica Guidi, nel 2015 ha seguito ogni secondo del negoziato, notti incluse lavorando fianco a fianco con il sindacato. Il ministro Di Maio lo vediamo comparire solo al fotofinish e nelle conferenze stampa. Oggi contrariamente ai toni trionfalistici del comunicato del ministro con lo spread sopra quota 300 le imprese sono in forte difficoltà e lo saranno sempre più. Già i primi dati mostrano un rallentamento delle imprese del triangolo del nord-est. L’unico provvedimento di politica industriale pubblica che ha funzionato negli ultimi 20 anni: il Piano per Industria 4.0 che stava dando importanti risultati in termini di ripresa e occupazione, con un orizzonte del lavoro che guardava al futuro e non alle prossime elezioni è stato dimezzato. Insieme alla completa cancellazione del credito d’imposta sulla formazione. Sono tutti sintomi evidenti dello scarso interesse di questo Governo per il lavoro e per le imprese.

La Fim Cisl bacchetta Di Maio: “Basta prenderti meriti che non hai”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *