Il sindaco di Riace Lucano a Milano, folla per incontrarlo. Sala: “Mimmo, siamo con te”. Repubblica 30.10.2018

Una sala piena all’inverosimile, e duecento persone in coda nella speranza di poter entrare. Mimmo Lucano, il sindaco di Riace, arriva a Milano per un incontro a Palazzo Marino organizzato dal gruppo consiliare di ‘Milano in Comunè a cui partecipa anche il sindaco Beppe Sala. Lucano ha ringraziato commosso per l’accoglienza: “Mai avrei immaginato che un giorno una città grande e importante nel mondo come Milano mi avrebbe ospitato, non era nei miei obiettivi diventare così famoso, improvvisamente. – ha detto Lucano raccontando la sua storia, spesso interrotto da applausi scroscianti -, ma c’è fame di umanità. Noi tutti vogliamo il rispetto dei diritti umani. Non c’è niente di sconvolgente nell’avere il desiderio di aiutare le persone al di là delle razze e delle provenienze”. E ancora, ha spiegato il ‘modello Riace’: “Noi ci siamo trovati in questa situazione perché una mattina all’alba sulla spiaggia un veliero è arrivato pieno di persone. Le case del nostro centro storico erano abbandonate, non avevamo nemmeno le possibilità economica di allacciare l’energia elettrica. Abbiamo portato le candele per le case che di nuovo erano abitate. E così nuove immigrati sono arrivati, come per un disegno del destino. Poco importa se hanno il volto più scuro, sono esseri umani. Questo è stato un processo fantastico, in un posto che era vittima dello spopolamento, della criminalità organizzata. Quando la storia ha cominciato a strutturarsi, abbiamo aderito al programma nazionale per i richiedenti asilo. E siamo diventati meta anche del turismo solidale, perché un piccolo Comune si è aperto in modo spontaneo all’accoglienza, e questo ha incuriosito chi ha fame di umanità, chi vuole un mondo senza barriere, dove tutti hanno gli stessi diritti. Questo ha contribuito a fare rinascere Riace”.

https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/10/30/news/mimmo_lucano_sindaco_riace_milano_beppe_sala_palazzo_marino-210418370/?fbclid=IwAR0YXsROkU-CVBoqarnox7_SWQ8oNWPY_N17Qe7k8A-BnqjXv6W48E5cgSc

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *