ECUOSACCO. Il sindaco di Cambiago ha fatto l’interesse di pochi. Uniti per Cambiago 18.12.2018

E’ davvero sorprendente quanti sacchi rossi ci siano ancora per le vie di Cambiago dopo 2 anni dall’uscita dall’ecuosacco. Questo dimostra che i cambiaghesi avevano ben compreso l’importanza della raccolta differenziata ed avevano aderito con impegno al progetto, ottenendo una riduzione della TARI e piazzandosi tra i primi 6 “Comuni Ricicloni“ del CEM al concorso nazionale 2016.
Nonostante questi risultati il sindaco Tresoldi ha tolto l’ecuosacco adducendo motivazioni che poi si sono rivelate del tutto pretestuose.

Infatti messa di fronte ai risultati di questa scelta: il paese sempre più sporco, la diminuzione della raccolta differenziata, e quindi l’aumento dei costi dello smaltimento del secco, la risposta del sindaco è stata: io sono soddisfatta perché “l’area industriale è finalmente pulita, segno che le imprese non sapendo come riempire l’ecuosacco finivano per lasciare i rifiuti per strada”.
Il sindaco ha quindi ammesso chiaramente che per lei la cosa più importante è la pulizia dell’area industriale, e tra l’interesse di tutti e quello di pochi ha scelto l’interesse di pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *