Salvini perde la testa. Democratica 1.08.2019

Il ministro si è prima lasciato andare ad una sfuriata contro quella che ha definito “una zingaraccia”, minacciando con un “preparati che arriva la ruspa”; poi, in conferenza stampa, si è lanciato in una intemerata a tratti imbarazzante contro Valerio Lo Muzio, il video maker di Repubblica che due giorni fa ha filmato il giro compiuto dal figlio del ministro sulla moto d’acqua in dotazione alla Polizia di Stato”.
Insomma un linguaggio, pure di fronte a parole e comportamenti da condannare (ove vi fossero stati), molto distante da quello che dovrebbe essere il contegno tenuto da un ministro dell’Interno. Quanto meno perché, come chi siede al Viminale dovrebbe sapere, certi toni rischiano di inasprire i conflitti e dunque di minare, e non aumentare, la sicurezza che pure chi ricopre quel ruolo dovrebbe garantire.
Ma il capolavoro è arrivato durante la conferenza stampa, quando al video maker di Repubblica autore del servizio sulla moto d’acqua non è stato neppure concesso di porre la domanda sui due uomini che lo hanno fermato, intimandogli di interrompere le riprese: con il ministro che ha pubblicamente accusato il giornalista di essere uno “a cui piace riprendere bambini”.
Giachetti “Salvini è ormai fuori controllo. Non è tecnicamente in grado di controllarsi. Essendo il Ministro dell’Interno non è un problema da poco. Forse qualcuno dovrebbe iniziare a preoccuparsi prima che sia tardi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *